29 Ott 2019Stedo srl

Comunicazione ENEA 2019

Comunicazione ENEA 2019
Comunicazione ENEA 2019

Le detrazioni fiscali IRPEF previste dalla Legge di Bilancio 2019

Se si stanno effettuando lavori di ristrutturazione, è possibile usufruire di alcune agevolazioni fiscali: nello specifico, si può accedere alle detrazioni fiscali IRPEF previste dalla Legge di Bilancio 2019 per quanto riguarda l’Ecobonus e il Bonus Casa. In questo caso, bisogna effettuare obbligatoriamente la Comunicazione ENEA (Agenzia Nazionale per l’Efficienza Energetica): l’ente gestisce infatti le detrazioni per gli interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica.

Vediamo come funziona.

La Comunicazione ENEA deve essere necessariamente effettuata entro 90 giorni dalla fine dei lavori o del collaudo finale, tramite il portale ENEA Finanziaria 2018 (https://finanziaria2018.enea.it/). Basta entrare sul portale, registrarsi al servizio, inserire i dati anagrafici del beneficiario della detrazione e i dati dell’immobile ristrutturato.
La comunicazione deve farla la persona che intende chiedere la detrazione sul suo modello 730 (o modello Unico), ma trattandosi di una comunicazione online, può farla anche un familiare.
Per chi si fosse dimenticato di presentare la comunicazione entro i 90 giorni previsti dalla legge, è prevista una sorta di sanatoria: il contribuente dovrà pagare una sanzione di 258 euro, però entro la data ultima del 31 ottobre, termine di presentazione della Dichiarazione dei Redditi.

I documenti necessari da inviare tramite il sito Enea sono i seguenti:

  1. Attestato di certificazione energetica, nel quale il tecnico dichiari espressamente che i lavori eseguiti rispecchino i requisiti necessari per usufruire della detrazione fiscale. Il documento da compilare si trova sotto il nome di Allegato A, nel Decreto Edifici D.M. del 26/10/2007.
  2. Scheda descrittiva riguardante i lavori (Allegato E).

È consigliato sempre conservare tutta la documentazione inviata, in modo da poter provare in qualsiasi momento di aver consegnato la Comunicazione ENEA all’Agenzia delle Entrate.
In caso di ristrutturazione di un immobile, riqualificazione, sostituzione di impianti termini (caldaia, impianto solare, ecc.), si ha diritto a una detrazione fiscale che, in base al lavoro eseguito, è pari al 50% o al 60%.

Ecco di seguito una tabella indicante tutte le percentuali di detrazione fiscale previste per ogni tipologia di lavoro:

  • Serramenti, porte esterne e interne, persiane, infissi
  • Caldaia a condensazione (classe A) o a biomassa
  • Schermatura solare

50%

  • Caldaia a condensazione (Classe A+)
  • Generatore di aria calda a condensazione
  • Pompa di calore
  • Scaldacqua a pompa di calore
  • Coibentazione per isolare l’immobile
  • Pannello solare
  • Microgeneratore
  • Generatore ibrido
  • Sistema domotico di building automation

65%

Tuttavia, le detrazioni fiscali, i lavori che danno diritto all’agevolazione, così come le percentuali di detrazione, possono cambiare di anno in anno in base alla legge finanziaria. Bisogna quindi informarsi consultando: la Gazzetta Ufficiale della Repubblica per conoscere le ultime manovre e il sito dell’ENEA.

 

Stedo srl
Giulio
In caso di lavori di ristrutturazione, è possibile usufruire delle detrazioni fiscali IRPEF previste dalla Legge di Bilancio 2019 (Ecobonus e Bonus Casa)
Share

Stedo srl

La Stedo (Builders) Srl è la parte operativa della Stedo Builders LLC, leader internazionale nel settore immobiliare che ricerca, sviluppa e gestisce immobili di alto lusso per investitori privati e Istituzionali, con un portfolio di oltre 15 immobili nel mondo.