02 Mag 2018Stedo srl

Crowdfunding immobiliare in Italia. Cos’è e quale scegliere, lending o equity?

crowdfunding immobiliare stedo srl
Crowdfunding immobiliare in Italia. Cos’è e quale scegliere, lending o equity?

Ti piacerebbe investire nel mercato immobiliare con cifre molto contenute?

Crowdfunding immobiliare, se ne parla già da qualche anno, ma soprattutto negli ultimi mesi sta iniziando a prendere piede anche in Italia, con nuove piattaforme e diverse tipologie. Proviamo ad approfondire l’argomento e cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta.

Cos’è il Crowdfunding immobiliare?

Iniziamo dando una definizione alla parola crowdfunding, è una parola inglese formata da crowdfolla e fundingfinanziamento, quindi finanziamento collettivo. Si tratta di un processo di collaborazione di un insieme di persone che con il proprio denaro contribuiscono alla realizzazione di un progetto comune. E’ una forma di microfinanziamento che parte dal basso e che può riguardare iniziative di qualsiasi genere ed in qualsiasi settore.
Si abbattono le barriere dell’investimento finanziario tradizionale e chiunque decide di partecipare può farlo in maniera facile e veloce, generalmente attraverso l’iscrizione a portali web dedicati, nei quali è sufficiente iscriversi, decidere il volume dell’investimento e poi attendere il ROI (Return On Investment).
Ora che abbiamo più chiaro il significato della parola crowdfunding è sicuramente più semplice capire anche cosa sia il crowdfunding immobiliare, ossia un gruppo di persone che uniscono le forze finanziarie per intraprendere un investimento nel mercato immobiliare.
La forza di questi nuovi sistemi di investimento sta sicuramente nel fatto che grazie alla possibilità di accedere al progetto anche con investimenti molto bassi da parte degli utenti, spesso si riescono a raccogliere somme molto consistenti che permettono di accedere al mercato con una grande forza economica.
Esistono diversi modelli di crowdfunding immobiliare, tra cui quello lending e quello equity, con caratteristiche diverse, proviamo a vedere meglio di cosa si tratta.

Il lending crowdfunding immobiliare

Nel modello di crowdfunding immobiliare di tipo lending, una società propone un progetto di investimento immobiliare ai potenziali finanziatori, gli interessati investono la cifra che ritengono opportuna per quel tipo di progetto e la società che ha richiesto il finanziamento si impegna a restituire ad ogni finanziatore, entro una determinata scadenza, il capitale investito più una determinata quota di interessi. Il finanziatore non diventa nè socio, nè proprietario di nulla, ma acquisisce semplicemente un diritto di credito nei confronti della società richiedente il finanziamento.
Volendo fare un esempio pratico di un modello di lending crowdfunding immobiliare supponiamo che una società richieda dei fondi per l’acquisto di un immobile con l’intento di ristrutturarlo per poi rivenderlo e ripartire così gli utili. Gli investitori partecipano con quote variabili in base alle proprie possibilità “prestando” i propri soldi alla società che acquisterà l’immobile e che a sua volta lo darà come garanzia ipotecaria ad una società fiduciaria terza che avrà il compito di tenerlo in garanzia di tutti gli investitori.
Se l’investimento andrà a buon fine, l’immobile verrà regolarmente ristrutturato e poi rivenduto con il previsto margine di guadagno, gli utili saranno ripartiti in proporzione tra tutti gli investitori ed il progetto di crowdfunding immobiliare sarà correttamente terminato.
Se al contrario qualcosa non dovesse andare come previsto, la società fiduciaria provvederà a rivendere l’immobile e ripartire gli utili tra tutti coloro che avevano investito nel progetto di crowdfunding immobiliare.

L’equity crowdfunding immobiliare

Il modello di crowdfunding immobiliare di tipo equity si differenzia da quello lending, perchè mentre in quest’ultimo l’investitore non acquisisce alcuna proprietà, ma semplicemente un titolo di credito, nel modello equity invece, il finanziatore acquisisce la proprietà di una parte della società che sta realizzando il progetto immobiliare, accedendo a tutti i diritti amministrativi e patrimoniali che ne conseguono.
Nel caso quindi di una società che richieda una raccolta fondi per l’acquisto di un immobile con il modello di equity crowdfunding immobiliare, il finanziatore che decide di investire una determinata somma di denaro, con questo investimento diventa materialmente socio della società che sta effettuando la raccolta fondi e che al termine della quale acquisterà l’immobile identificato.
L’Italia è stata tra i primi paesi a normare l’equity crowdfunding con l’emanazione da parte della Consob nel 2013 di un apposito regolamento per la gestione delle piattaforme di Equity Crowdfunding.

Quali sono i rischi del crowdfunding immobiliare?

Sia che parliamo di lending che di equity crowdfunding, trattandosi di un investimento è ovvio che possono esserci dei rischi. In entrambi i casi ci sono pro e contro, la cosa più importante da tenere presente quando si decide di avventurarsi in queste nuove forme di investimento è quella di avere la massima cautela investendo, soprattutto inizialmente, piccole somme di denaro. Una cosa molto importante da considerare è anche il fatto che parliamo di realtà molto nuove e che si sono affacciate sul mercato da pochissimo tempo, quindi ancora non ci sono dati statistici sufficienti per stabilire quale sia il reale ROI di questi nuovi modelli di investimento.
Per quanto riguarda in particolare l’equity crowdfunding, come abbiamo già detto è quello che tra i due perlomeno gode di una regolamentazione da parte della Consob, ma c’è anche da dire una cosa, ossia che la Consob regolamenta l’attività nel suo complesso, ma non scende nell’analisi del singolo progetto di investimento, per il quale ovviamente sta all’investitore valutarne le caratteristiche nonchè le reali potenzialità.

Vorrei terminare con un piccolo dato statistico che spero possa esservi utile nella valutazione di queste nuove forme di investimento. Secondo un dato della Banca Mondiale, negli ultimi anni sono stati segnalati solo 4 tentativi di truffa nel mercato del crowdfunding, dei quali 2 sventati immediatamente ed altri 2 entro pochissimo. Questo per dire che, tra i vantaggi del crowdfunding c’è proprio l’elemento “crowd” – folla, ossia il fatto che il progetto è sotto gli occhi di tutti, può essere immediatamente valutato, analizzato ed eventualmente, in caso di truffa, smascherato, e ciò in effetti funziona da deterrente naturale per chiunque avesse intenzione di attuare delle truffe attraverso queste nuove piattaforme.





Stedo srl
Crowdfunding immobiliare, se ne parla già da qualche anno, ma soprattutto negli ultimi mesi sta iniziando a prendere piede anche in Italia, con nuove piattaforme e diverse tipologie. Proviamo ad approfondire l’argomento e cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta.
Share

Stedo srl

La Stedo (Builders) Srl è la parte operativa della Continuum Property LLC, leader internazionale nel settore immobiliare che ricerca, sviluppa e gestisce immobili di alto lusso per investitori privati e Istituzionali, con un portfolio di oltre 15 immobili nel mondo.