20 Dic 2019Stedo srl

Infissi ed Ecobonus 2020

Infissi ed Ecobonus 2020
Infissi ed Ecobonus 2020

Come fare per godere dell’agevolazione?

Il 2020 inizierà con l’Ecobonus per la sostituzione o installazione degli infissi, ottenendo una detrazione fiscale del 50%. Il bonus infissi viene concesso se si eseguono interventi per il miglioramento termico dell’edificio.

Rientrano in questo bonus la fornitura e posa in opera di:

  • Finestre;
  • porte d’ingresso;
  • persiane, avvolgibili, cassonetti, purché la sostituzione avvenga contemporaneamente a quella degli infissi;
  • tende da sole;
  • sostituzione dei vetri per il miglioramento delle caratteristiche termiche degli elementi vetrati esistenti.

L’importo detratto, come per le altre tipologie di Ecobonus, verrà distribuito in rate uguali nel corso di 10 anni.

Per usufruire di questa detrazione, i pagamenti devono essere effettuati attraverso bonifico bancario o postale in modo tale che si attesti la causale del versamento, codice fiscale del richiedente e codice fiscale o partita IVA della ditta esecutrice. Dopo tutto ciò, bisogna mandare le pratiche all’Enea (ente pubblico di ricerca italiano che opera nei settori dell’energia, dell’ambiente e delle nuove tecnologie a supporto delle politiche di competitività e di sviluppo sostenibile, vigilato dal Ministero dello sviluppo economico) entro 3 mesi dalla fine dei lavori, in via telematica.

Se gli infissi nuovi migliorano gli indici di trasmittanza termica, si può accedere al bonus infissi mediante l’Ecobonus. Questo non vale se gli indici di cui sopra rimangono identici: in tal caso, si può sfruttare il bonus tramite le detrazioni fiscali ristrutturazioni. Se la casa è una classe F e l’intervento la porta a diventare una classe D, si può rientrare nell’Ecobonus. Se invece è già una classe D e rimane una classe D, si deve optare per il bonus ristrutturazione.

In ogni caso, conviene scegliere infissi che migliorino l’efficienza energetica. Far montare finestre in PVC o in legno alluminio, come pure infissi in alluminio legno, permette non solo di accedere alle detrazioni, ma anche di risparmiare sulla bolletta. Gli infissi in legno alluminio a taglio termico o quelli in PVC di alta qualità costano, è vero. Bisogna ricordare però che si può ricorrere alle detrazioni e che basterà pochissimo per rientrare nella spesa. In un paio di mesi ci sarà una differenza consistente in bolletta e in poco tempo, si recupereranno i soldi spesi.

Per poter godere dell’agevolazione, l’immobile deve rispettare alcune condizioni precise:

  • L’edificio soggetto all’intervento deve già essere esistente al momento della sostituzione, dunque già accatastato od in fase di accatastamento;
  • Si deve essere in regola con il pagamento di eventuali tributi;
  • L’immobile deve essere dotato di impianto di riscaldamento.

Se si vuole usufruire delle agevolazioni per la sostituzione di infissi attraverso l’Ecobonus, dovrà anche essere rilasciata un’attestazione dal tecnico che ha eseguito i lavori, in cui lo stesso dichiara che il valore di trasmittanza delle vecchie finestre è superiore a quello delle nuove finestre, indicando i valori di partenza e quelli rilevati dopo l’esecuzione.

 

 

Stedo srl
Giulio
brochure—>  INFISSI
Il 2020 inizierà con l’Ecobonus per la sostituzione o installazione degli infissi, ottenendo una detrazione fiscale del 50%.
Share

Stedo srl

La Stedo (Builders) Srl è la parte operativa della Stedo Builders LLC, leader internazionale nel settore immobiliare che ricerca, sviluppa e gestisce immobili di alto lusso per investitori privati e Istituzionali, con un portfolio di oltre 15 immobili nel mondo.