Santo Spirito

“Casa de’ Pitti”

Residenza di lusso sita al Piano Nobile del palazzetto Casa de’ Pitti, risalente al XVI°secolo con affaccio sulla prestigiosa via Santo Spirito “Oltrarno” dove, tra palazzi nobili e negozi di antiquariato e accanto al famoso Palazzo Frescobaldi, con giardino retrostante e adiacente alla Chiesa di Santo Spirito, il Piano Nobile gode anche di una vista suggestiva.
Il Piano si estende per mq.368, al cui interno verranno realizzate, sotto soffitti in legno finemente decorati, 4 lussuose camere con bagno, 2 estesi spazi soggiorno con grande cucina ad isola, con affaccio sulla via di Santo Spirito e la grande chiostrina interna, nonchè un terzo soggiorno con pareti affrescate ed un suggestivo camino in marmo.
Le Suites saranno dotate delle più moderne tecnologie (pavimenti radianti, aria condizionata, sistema audio wi-fi e fibra ottica wireless), materiali (caldo parquet e pietre naturali) e arredi (funzionali linee di design), al fine di offrire, come Residenza di lusso, il massimo comfort ai propri Ospiti

La “Casa de’ Pitti” è ubicata in Firenze, in via Santo Spirito al civ.15, strada del centro storico situata in Oltrarno che corre parallela al fiume tra Piazza dei Frescobaldi e Piazza Nazario Sauro, caratterizzata dall’impronta fortemente medievale che la rende tra le vie più suggestive della città.

Questa strada che prende il nome dalla vicina Basilica di Santo Spirito, rappresenta una delle principali direttrici del quartiere.

Testimonianza evidente è data dalle molteplici dimore storiche edificate nella seconda metà del XVI sec. sotto il dominio del Granducato Mediceo, dimore sobrie ed austere tipiche dell’architettura civile fiorentina. Nel XVIII sec. la via Santo Spirito con nuovi palazzi (barocchi) divenne la via preferita da diplomatici, artisti ed intellettuali stranieri, in particolare Inglesi. I palazzi sul lato nord affaccianti sul Lungarno Guicciardini, vennero nell’Ottocento riadattati per far da quinta alle “passeggiate lungo il fiume”.

Tra i più prestigiosi a seguire, il palazzo Frescobaldi con l’ampio giardino confinante con l’Abside della Basilica di Santo Spirito e con la Casa de’ Pitti, nota per gli affreschi del pittore Poccetti sulla facciata, pregio di originalità del palazzo, i cui resti sono esposti all’interno dell’androne e dei vani scala.

L’attuale Palazzo “Casa de’ Pitti”, già noto nell’Ottocento come “Casa Bucciolini” di via Santo Spirito, risale alla seconda metà del XVI sec., di proprietà della nobile famiglia dei Pitti, come si evidenzia da copie di due antichi armi a scudo in pietra presenti in facciata.

A partire dal sec. XVII, il Palazzo è passato ad altre proprietà rimanendo per i secoli successivi una residenza nobile, come si evidenzia all’interno del piano primo (piano nobile) dal camino Cinque-Seicentesco nelle sale prospettanti la via e nella sala del camino con porzioni di affreschi databili fine Settecento, oltre ai soffitti a cassettoni in legno decorato del secolo successivo.

Casa de’ Pitti rappresenta un esempio di immobile monumentale da considerare patrimonio artistico nazionale, essendo iscritto nell’elenco della Direzione Generale delle Antichità e Belle Arti, già dal 1901. Uno dei pregi di maggiore originalità del Palazzo era rappresentato dagli affreschi della facciata, commissionati intorno al 1575 dal Senatore Andrea Pitti al pittore Poccetti.

Gli affreschi, come sopra accennato, a seguito delle opere di restauro del Palazzo effettuate nel 1967, in ragione delle cattive condizioni in cui versavano, sono stati staccati ed esposti su pannelli di intonaco all’interno dell’androne e su alcune pareti del vano scala.

Tali affreschi, raffiguranti “varie storie e grottesche”, rappresentano una delle ultime opere del pittore Bernardino Poccetti (1548-1612) e scuola, detto Bernardino delle Grottesche, delle Muse o delle Facciate. Dal Livello Piano Primo direttamente dal vano scala principale e dall’ascensore condominiale, si accede all’Unità Immobiliare riconducibile al Piano Nobile del Palazzo.

Tale Unità presenta l’affaccio sulla via Santo Spirito di due grandi vani comunicanti con all’interno un camino in pietra serena Cinquecentesco sul quale è raffigurato il Blasone Nobiliare della famiglia Pitti.

Altri vani affacciano sulle tre chiostrine interne che si estendono lungo l’asse longitudinale dell’intero piano, attraverso un corridoio, mentre un solo vano nella parte posteriore ha un affaccio esterno, attraverso un piccolo terrazzino loggiato fronte il giardino di palazzo Frescobaldi.

L’unità immobiliare presenta la maggior parte dei soffitti e controsoffitti lignei finemente decorati, con tipologia a cassettoni con travi riquadrate, decorati con rosoni ad oro su pannelli a fondo colorato e filettature delle travi in due toni, risultano particolarmente ricchi in ottimo stato di conservazione, caratteristici della architettura degli edifici antichi fino al XIX sec. in particolare sulle pareti della sala del secondo camino sono stati collocati cinque riquadri con affreschi databili a fine Settecento raffiguranti le Muse delle arti della musica, della pittura, della commedia e della storia.