06 Dic 2019Stedo srl

Ristrutturare casa: cosa vuol dire?

Ristrutturare casa: cosa vuol dire?
Ristrutturare casa: cosa vuol dire?

Ristrutturare casa: significato e differenza con la manutenzione

Ristrutturare casa è importante per aumentare la comodità degli ambienti in cui viviamo ma soprattutto per migliorare la qualità delle nostre vite.

Il termine ristrutturazione, però spesso viene usato impropriamente. Ristrutturare infatti significa trasformare gli edifici esistenti attraverso il ripristino, la sostituzione, la modifica o l’eliminazione di vecchi elementi architettonici e l’inserimento di nuovi elementi ed impianti. A volte però stiamo solo eseguendo lavori di manutenzione. Quest’ultima può essere di due tipologie differenti tra di loro, ordinaria e straordinaria. Occorre quindi fare chiarezza.

La manutenzione ordinaria comprende tutti quegli interventi edilizi minori sugli spazi esistenti dell’abitazione, e quindi tutti quei lavori che non vanno a modificare le strutture esterne o le dimensioni della casa. Proprio per questo motivo non richiedono alcuna concessione edilizia dal Comune, salvo si tratti di interventi sulla facciata dell’immobile, per i quali bisogna verificare la presenza di vincoli paesaggistico-ambientali.

Esempi di questo tipo di manutenzione sono:

  • tinteggiatura pareti;
  • verniciatura di porte e garage;
  • sistemazione comignoli;
  • sostituzione di caldaie e radiatori;
  • rinnovamento dei sanitari;
  • impermeabilizzazioni tetti e terrazze;
  • sostituzione grondaie e pluviali;
  • riparazione ringhiere e balaustre;
  • montaggio di pannelli solari e impianti fotovoltaici (fuori dai centri storici).

La manutenzione straordinaria, invece, comprende lavori di edilizia minore, a metà tra un lavoro di manutenzione ordinaria e una ristrutturazione vera e propria. Per definire un piccolo lavoro edile manutenzione straordinaria si deve inserire nell’opera già esistente un elemento innovativo, in modo tale da essere nettamente diversa da quella presente.

Sono lavori di manutenzione straordinaria quelle opere necessarie alla sostituzione e/o al rinnovamento di parti strutturali dell’edificio, come ad esempio:

  • sostituzione di infissi esterni e serramenti o persiane con serrande, con modifica di materiale e di tipologia di infisso;
  • consolidamento delle strutture nelle fondazioni o in elevazione;
  • creazione di giardini, balconi o cortili;
  • rifacimento di scale o rampe.

Gli interventi di manutenzione straordinaria devono essere segnalati all’Ufficio Tecnico comunale presentando un documento di inizio attività firmata dal proprietario o da un tecnico abilitato. Con l’introduzione di nuovi provvedimenti a livello regionale e la modifica dell’articolo 6 del D.P.R. 380/2001 da parte del Decreto-legge 25 marzo 2010, n. 40, nelle regioni italiane o nei comuni ove non sia in vigore una legislazione più restrittiva, è possibile effettuare categorie minori di interventi di manutenzione straordinaria senza presentare la DIA. Fra queste, lo spostamento di tramezzi e la sostituzione di infissi esterni.

Infine, se l’intenzione è cambiare la destinazione d’uso dell’edificio, per esempio da casa ad attività lavorativa, o l’obiettivo è quello di creare uno spazio aggiuntivo come ad esempio un terrazzo, non abbiamo difronte una manutenzione né ordinaria e né straordinaria ma bensì una ristrutturazione edilizia a tutti gli effetti.

 

Stedo srl
Giulio
brochure—>  RISTRUTTURAZIONE
Ristrutturare casa è importante per aumentare la comodità degli ambienti in cui viviamo ma soprattutto per migliorare la qualità delle nostre vite.
Share

Stedo srl

La Stedo (Builders) Srl è la parte operativa della Stedo Builders LLC, leader internazionale nel settore immobiliare che ricerca, sviluppa e gestisce immobili di alto lusso per investitori privati e Istituzionali, con un portfolio di oltre 15 immobili nel mondo.