24 Apr 2020Stedo srl

Ristrutturare il terrazzo di casa

Ristrutturare il terrazzo di casa
Ristrutturare il terrazzo di casa

Bonus ristrutturazioni e Bonus Verde

Ristrutturare il terrazzo di casa è un’operazione che è necessaria, in alcuni casi urgente, quando accadono eventi atmosferici che danno luogo a infiltrazioni, provocando danni alle abitazioni sottostanti; in altri casi si ristruttura quando si vuole cambiare il volto dello spazio all’aperto, trasformandolo.

Il Governo italiano, per l’anno 2020, ha previsto delle agevolazioni fiscali che consentono al cittadino e contribuente, di rinnovare e migliorare l’abitazione affrontando con tranquillità i costi.

La Legge di Bilancio indica che le opere ammesse al Bonus ristrutturazioni, riguardanti i terrazzi sono:

– Il rifacimento del terrazzo, posto nelle singole unità abitative, che avviene con caratteri essenziali diversi da quelli preesistenti, oppure di nuova costruzione;

– Gli interventi all’interno dei condomini sono ammessi se si tratta di riparazioni delle parti murariesostituzioni di parapetti e ringhiere, purché vengano conservate le caratteristiche originali e gli interventi di riparazione e rinforzo con rifacimento della pavimentazione dei terrazzi.

Il bonus per opere relative ai terrazzi consente al cittadino la detrazione del 50% del costo complessivo sostenuto per gli interventi. L’importo viene messo in detrazione nella dichiarazione dei redditi, diviso in 10 rati annuali di pari importo a partire dall’anno successivo dell’inizio dei lavori.

Si ha diritto alla detrazione fino a capienza IRPEF, ovvero se un contribuente ha capienza pari a 8.500 €, a fronte di una rata di 9.600 € per lavori realizzati, ottiene un rimborso pari a 8.500 €. La quota restante viene persa e non può essere ottenuta in altra forma di rimborso e nemmeno rinviata all’anno successivo.

Si può intervenire sul terrazzo di casa, come abbiamo detto, anche per il desiderio di cambiare e rinnovare lo spazio. In tale situazione la detrazione fiscale è nota come Bonus Verde e riguarda principalmente:

– La sistemazione a verde di aree private scoperte, di parti comuni di edifici esistenti o di singole unità immobiliari esistenti e delle relative recinzioni;

– La realizzazione di impianti di irrigazione oppure di pozzi e coperture a verde di giardini pensili.

Le spese che possono essere detratte non sono soltanto relative ad opere, ma possono comprendere anche i costi di progettazione e manutenzione.

Il Bonus Verde prevede:

– Detrazione del 36% delle spese sostenute nel periodo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2020, compresi;

– Nel limite massimo di spesa pari a 5.000 €, il massimo detraibile è pari a 1.800 €;

– L’importo è recuperabile in 10 rate, in 10 anni;

– I costi sono riferiti ad ogni singola unità immobiliare ad uso abitativo.

Qualora vengano effettuati lavori sul verde contemporaneamente, di natura straordinaria, sia su unità immobiliari abitative che sulle parti comuni condominiali, il contribuente può beneficiare del doppio plafond, ovvero la detrazione fiscale di applica su due distinti limiti di spesa, esempio 5.000 € + 5.000 €, per complessivi 10.000 €.

 

Brochure–> RISTRUTTURAZIONE
Ristrutturare il terrazzo di casa è un'operazione che è necessaria, in alcuni casi urgente, quando accadono eventi atmosferici che danno luogo a infiltrazioni...
Share

Stedo srl

La Stedo (Builders) Srl è la parte operativa della Stedo Builders LLC, leader internazionale nel settore immobiliare che ricerca, sviluppa e gestisce immobili di alto lusso per investitori privati e Istituzionali, con un portfolio di oltre 15 immobili nel mondo.